Archive for dicembre, 2017

Il diritto dell’agente all’indennità di cui all’art. 17 della Direttiva 86/653 CEE nel caso di contratto risolto dal preponente durante il periodo di prova. La questione al vaglio della Corte di Giustizia Europea

La Corte di Giustizia Europea è stata chiamata a pronunciarsi sull’applicabilità dell’art. 17 Direttiva 86/653 CEE al caso di contratto di agenzia risolto dal preponente durante il periodo di prova.

La domanda di pronuncia pregiudiziale è stata proposta dalla Court de Cassation Francese, la quale si è chiesta se la propria giurisprudenza maggioritaria,  che ritiene non applicabile il citato articolo 17 ai contratti di agenzia la cui risoluzione sia intervenuta nel periodo di prova, sia conforme al diritto Europeo.

Il 25 ottobre scorso, l’avvocato generale Maciej Szpunar ha presentato le proprie conclusioni nei termini che seguono.

Si è preliminarmente rilevato che l’indennizzo previsto dall’art. 17 della direttiva 86/653 non mira a sanzionare la risoluzione del contratto, bensì a ricompensare il lavoro svolto dall’agente nel periodo precedente alla risoluzione, dipendendo dalla prestazione del medesimo agente nel corso della durata del rapporto, nonché dai vantaggi che il preponente continua a trarne anche nel periodo successivo.

L’Avvocato Generale si è poi pronunciato sul tema dell’ammissibilità del periodo di prova nell’ambito di un  contratto di agenzia commerciale, giungendo alla conclusione che tale pattuizione, non essendo espressamente vietata dalla direttiva in esame, rientra nella libertà contrattuale delle parti.

La liceità del patto di prova nel contratto di agenzia, tuttavia, non consente di ritenere, come avviene invece nella giurisprudenza di legittimità francese, che tale contratto abbia inizio soltanto al termine del periodo di prova e che solo da tale momento possa farsi applicazione della direttiva 86/653.

E tanto in quanto la protezione conferita dalla direttiva 86/653 è imperativa a partire dalla conclusione del contratto e non può essere esclusa dall’accordo delle parti.

L’Avvocato Generale ha inoltre rilevato che il periodo di prova non figura tra le eccezioni all’applicabilità del meccanismo di indennizzo elencate all’art. 18 della direttiva 86/653, all’uopo richiamando l’orientamento della Corte di Giustizia secondo il quale tali eccezioni devono essere interpretate restrittivamente.

In conclusione, dunque, l’Avvocato Generale ha ritenuto che l’articolo 17  della citata direttiva debba essere applicato a tutti i contratti di agenzia, compresi quelli soggetti a periodo di prova ed anche nel caso in cui la risoluzione del rapporto avvenga nel corso di tale periodo.

Monica Valinotti

Studio Tabellini

Allegato: Causa C-645_16 – Conclusioni Avvocato Generale